Recensione Non lasciarmi sola in una notte di pioggia – The Bonds Series #1 di Sienna Cartwright

Trama

Impossibile resistere all’attrazione
Fin dal primo momento, Sarah è stata irresistibilmente attratta da Reece McRae. Anche lui l’amava intensamente e pensava che fosse la donna della sua vita. Il loro rapporto era intenso, fatto di infinita tenerezza e giochi erotici estremi. Ma un giorno lei è scomparsa senza dargli una spiegazione. E lui non ha mai saputo il vero motivo per cui l’aveva lasciato: Sarah, a una proposta di Reece, aveva scoperto la paura di non essere più se stessa, che quel legame così profondo e strano le togliesse ogni spazio e volontà personali. Ormai sono passati due anni, ma la ragazza non è riuscita a dimenticarlo: nessuno degli uomini che ha avuto nel frattempo l’ha mai fatta sentire amata come lui. E ora è Sarah a tentare di sedurlo e a implorarlo di passare insieme un’ultima notte di passione. Reece è sorpreso di vederla tornare sui suoi passi e vorrebbe resisterle, eppure un’incontrollabile attrazione sessuale lo spinge verso di lei. È troppo tardi per Sarah e Reece? E fino a che punto arriverà lei pur di ottenere di nuovo il suo amore?

Recensione

Attirata dalla copertina e dalla trama accattivante, ho deciso di acquistare questo romanzo che mi ha delusa totalmente. In realtà non so nemmeno se si possa definire un romanzo visto che sembra più che altro un manuale d’istruzioni per giovani sottomesse! Non c’è storia, non ci sono descrizioni dei personaggi, non c’è una base, ho anche pensato di aver letto male e che non fosse il primo libro ma il sequel di una serie già partita in precedenza e invece niente da fphotovisi-download (2)are, la Newton Compton ha veramente acquistato i diritti di una roba del genere. Lasciando da parte le critiche per un secondo, vi spiego in breve la trama: Sarah e Reese erano una coppia formidabile sia nella vita privata che nel lavoro, niente poteva fermarli e sembrava che il loro rapporto sub-dom li appagasse completamente fino a quando Reese, tornando a casa, la trova vuota, senza più Sarah, senza più le sue cose e senza una spiegazione. Due anni dopo Sarah decide di fare ammenda e di tornare da Reese per un’ultima notte insieme, la notte che le servirà per confermare che aveva fatto bene a scappare e che Reese non è l’uomo giusto per lei e che il fatto che non abbia trovato nessun uomo che le facesse dimenticare il suo dominatore è solo perché non ha cercato bene e non perché fossero anime gemelle. Durante il fine settimana della festa di compleanno di Julien, Rees2987e65dccebd3ffec5dc5e67eb83eabe si trova di fronte Sarah, l’amore della sua vita, la donna che voleva sposare e fare sua in tutti sensi e che invece in un secondo gli ha distrutto la vita, e cosa vuole fare adesso? Recuperare il tempo perduto? Forse glielo può anche concedere, ma le prove da superare saranno molte e molto difficili.

Io non riesco a capire come una casa editrice possa interessarsi ad obbrobrio del genere, è uno dei libri più brutti che abbia mai letto. Anzi, come vi dicevo, non credo nemmeno che si possa definire tale visto che mancano anche le basi, è solo un insieme di pratiche sadomaso. La storia si svolge in un arco temporale di due giorni in cui i dialoghi sono incentrati esclusivamente sul sesso, su dove farlo, su come farlo e su quante volte farlo. E’ uno schifo davvero, non compratelo perché perdete solo tempo!

VOTO: 0

SENSUALITA’: 10

Annunci

Recensione Seduzioni – Serie I colori dell’amore #4 di Kathryn Taylor

Trama

Di nuovo a Londra, Sophie Conroy è delusa e con il cuore spezzato. Non può dimenticare la passione dei giorni e delle notti romane trascorse con l’affascinante Matteo Bertani. Perché di lui le piace tutto: il sorriso irresistibile dietro il quale spesso si nasconde, lo sguardo magnetico; persino l’unico difetto – la lunga cicatrice che dal collo gli attraversa il petto – ai suoi occhi lo rende ancora più interessante. Ma Sophie sa bene che il periodo passato insieme non tornerà. Matteo è stato chiaro. Non ha lasciato spazio a illusioni né a false speranze: la loro storia non può avere futuro. Per quanto però Sophie si sforzi di controllare i propri sentimenti, l’intensità di quel desiderio le toglie il fiato. E la distanza non sembra spegnerlo. Così, con un pretesto, decide di tornare in Italia. Matteo sembra felice di vederla, e i due si abbandonano a piaceri ancora più audaci di prima. Ma i fantasmi del passato sono ancora lì, in agguato, pronti a stravolgere tutto ancora una volta…

  1. Il rosso (I colori dell’amore #1)
  2. Il viola (I colori dell’amore #2)
  3. NOVELLA Inconfessabile (I colori dell’amore #2.5)
  4. Sguardi (I colori dell’amore #3)
  5. Seduzioni (I colori dell’amore #4)

Recensione

E con questo capitolo si conclude definitivamente la serie I Colori dell’amore che ci ha tenuto compagnia con Grace, Jonathan, Sophie e Matteo e devo ammettere che mi è piaciuto moltissimo questo romanzo. E’ scritto bene, ricco di riferimenti sul lavoro nel campo dell’arte, sensuale e molto maturo, una vera perla. Alla fine del primo capitolo avevamo lasciato Sophie eMatteo in partenza per Londra con l’obbiettivo di verificare l’autenticità di un quadro di Enzo di Montagna e salvare così la casa d’aste della famiglia di Sophie da un tremendo scandalo mediatico. Il fatto che Matteo abbandoni la sua amata Roma e intraprenda un viaggio in macchina di giorni fa ben sperare Sophie che però, dopo che Matteo ha ben chiarito di non volere alcuna relazione, non si fa troppe illusphotovisi-downloadioni. La prima parte del libro è quindi incentrata sulla perizia, sulla passione che lega i due protagonisti e che deve essere tenuta nascosta per non inficiare la validità del giudizio di Matteo e sulla realtà di Sophie che da sempre ha sulle spalle la salute della madre e l’attività di famiglia. Una volta che la presenza di Matteo non è più necessaria nella capitale inglese, l’unico motivo per cui dovrebbe restare è la storia che sta nascendo tra i due protagonisti, ma se Matteo non è disposto a parlare del suo passato, ad affrontare i demoni che lo perseguitano, è una scommessa persa in partenza. Comincia così la seconda parte del libro che vede Matteo e Sophie tirare avanti come possono, cercando di dimenticare la relazione fortissima che li lega fino a quando un tragico avvenimento costringe Sophie a recarsi a Roma in tutta fretta e scopre che, anche se sono passate settimane, i sentimenti che prova per Matteo sono tutt’altro che scomparsi, e Matteo?.

Ripeto, molto molto bello. Interessanti i protagonisti, ottima la progressione degli eventi che non è mai affrettata e belle le scene hot che danno un po’ di pepe ad un romanzo che si legge con piacere. La Taylor ha fatto un bel salto di qualità dai primi due libri che peccavano un po’ di originalità e si è cimentata in un romanzo molto maturo e coinvolgente. Consigliato.

VOTO: 10

SENSUALITA’: 9

Recensione Chiedimi chi sono – Serie Chiedimi chi sono #1 di Megan Maxwell

Trama

Yanira fa la cantante e lavora in un hotel a Tenerife. È single e vive con la famiglia. La sua vita trascorre tranquilla e, in qualche modo, ordinata. Ma Yanira ama sperimentare cose nuove ed è per questo che un giorno decide di entrare nel mondo degli scambisti. In uno dei locali che inizia a frequentare conosce un italiano, dal quale impara che il sesso è ben altra cosa rispetto a ciò che credeva. Un anno dopo, la ragazza si trasferisce a Barcellona e inizia a lavorare come cameriera su una nave da crociera. A bordo viaggia anche Dylan, un attraente addetto alla manutenzione, ma che sembra ignorarla, nonostante Yanira cerchi di farsi notare in ogni modo. Quello che Yanira ancora non sa è che lui la tiene d’occhio molto più di quanto lei pensi. E anche se le incomprensioni tra loro farebbero pensare il contrario, l’attrazione reciproca li porterà a incontrarsi, rendendoli complici in giochi erotici ad alta tensione, divertenti e sensuali. Chiedimi chi sono è una commedia erotica in cui sesso e ironia si combinano perfettamente.

  • Con Jud e Eric:
  1. Chiedimi quello che vuoi (Trilogia Chiedimi quello che vuoi #1)
  2. Ora e per sempre (Trilogia Chiedimi quello che vuoi #2)
  3. Lasciami andare via (Trilogia Chiedimi quello che vuoi #3)
  4. SPIN OFF Serie con Bijorn – Sorprendeme (Trilogia Chiedimi quello che vuoi #3.5)
  • Con Yanira e Dylan
  1. Chiedimi chi sono (Serie Chiedimi chi sono #1)
  2. Adivina quién soy esta noche (Serie Chiedimi chi sono #2)

Recensione

Te besaré, como nadie en este mundo te besó. Te amaré con el cuerpo y con la mente, con la piel y el corazón. Vuelve pronto, te esperamos. Mi soledad y yo…

Dopo gli scambi di coppia di Jud e Eric pensavo che l’autrice avrebbe pubblicato la storia di Björn che sembrava molto interessante, e invece mi sono trovata a leggere una duologia con protagonisti due personaggi inediti, Dylan e Yanira. Yanira è un’aspirante cantante che vive a Tenerife e che si fa convincere dall’amica Coral ad andare a lavorare su una nave da crociera nel mediterraneo. A bordo conosce Dylan, manutentore e tuttofare che però non sembra degnarla nemmeno di uno sguardo, anzi sembra proprio gay. Con il passare dei giorni l’attrazione che prova per “quel morone” cresce sempre di più fino a portarla a fregarsene delle inclinazioni sessuali di Dylan e a provare a sedurlo e… sorpresa: Dylan non è gay! I due cominciano una relazione a base di sesso9873aa6f2d944d019033568271b1f951 sfrenato e passione, ma Dylan nasconde un segreto importante a Yanira che rischia di allontanarli in modo definitivo. All’inizio pensavo che fosse una replica di Chiedimi quello che vuoi visto che Yanira vede un menage a trois sulla spiaggia e decide di curiosare nel mondo degli scambi di coppia. Invece mi sono dovuta ricredere, perché i riferimenti a questo tipo di locali e ai rapporti a tre sono davvero pochissimi e in realtà la storia si basa sulla relazione tra Dylan e Yanira che, per lo meno in questo libro, non ha niente di particolarmente trasgressivo. Apprezzo moltissimo i personaggi femminili che crea la Maxwell; donne che del proprio corpo fanno quello che vogliono, che non si fermano di fronte a niente e che sanno quello che vogliono, mi ci rivedo molto (a parte il discorso degli scambisti!), e così è Yanira: divertente, spigliata, sensuale e consapevole delle proprie armi. Devo però fa4cc2cbd1b87c4426b8f08cfe125cea02r notare che la parte centrale del libro è un po’ lenta e in alcuni tratti, scritta come “una lista della spesa”, manca un po’ di attenzione alla struttura, forse colpa della traduzione. E ora non ci resta che aspettare l’uscita del secondo e ultimo capitolo della serie e speriamo che lo pubblichino in fretta perché dopo il finale da urlo non possono lasciarmi senza conoscere il seguito.

VOTO: 7,5

SENSUALITA’: 10

Recensione Non posso fare a meno di te – The Private Club Series #1 di Monica Murphy

Trama

Il milionario Archer Bancroft ottiene sempre ciò che vuole e da troppo tempo desidera Ivy Emerson, la sorella del suo migliore amico, che proprio in quanto tale è intoccabile, una tentazione ancora più forte. Quando lui e i suoi amici, lanciandosi una sfida, scommettono un milione di dollari su chi rimarrà scapolo più a lungo, Archer è convinto di poter vincere. Fino a quando, dopo una serata incantevole trascorsa insieme a Ivy, il suo cuore inizia a battere tanto forte come non pensava fosse possibile… Da parte sua, Ivy sa che Archer è un uomo irritante e arrogante, e che teme più di ogni altra cosa di farsi mettere il cappio al collo da una donna; nonostante i suoi sforzi, però, non riesce a stargli lontano. Quando un bacio rubato si trasforma in una notte bollente, anche lei si rende conto di essere nei guai. Alla luce del giorno Archer non è più così sicuro che una sola notte di passione sia tutto quello che vuole. Per avere Ivy al suo fianco potrebbe essere disposto a perdere la scommessa… e vincere il jackpot.

  1. Non posso fare a meno di te (The private club series #1 con Ivy e Archer)
  2. Torn (The private club series #2 con Marina e Gage)
  3. Savor (The private club series #3 con Bryn e Matthew)
  4. NOVELLA Intoxicated (The private club series #3.5 con Marina e Gage)

Recensione

Ehi, cos’è successo quella notte? Mi sono sentita come se la terra si sia mossa sotto di me e ho pensato che forse… hai provato lo stesso anche tu?

Lo stile della Murphy è leggero, scorrevole e i suoi libri sono sempre molto piacevoli da leggere, ma con questo romanzo non mi ha convinta del tutto. L’ho trovato un po’ abbozzato e tirato via, manca decisamente qualcosa. Forse la colpa è da imputare alle sole 218 pagine o forse alla storia che non presenta particolari colpi di scena, fatto sta che, a differenza di altri suoi romanzi questo sembra più un volumetto superficiale da leggere sotto l’ombrellone. I protagonisti sono Archer, donnaiolo incallito che fugge al primo sentore di storia serie, e Ivy, sorella del migliore amico di Archer con la sindrome da crocerossina che la porta a infilarsi in storie senza senso. Tra i due c’è sempre stato un rapporto amore-odio, mai andato oltre il rapporto di pura amicizia, fino al giorno del matrimonio di un amico comune quando, senza rifletterci troppo i due si lasciano andare all’attrazione che li lega. Ma il patto è chiaro: una sola notte e niente di più. Naturalmente, dopo aver provato sulla loro pelle quanto stanno bene insieme, è impossibile fermarsi ad una sola notte. E’ necessario prolungare questo periodo e quale migliore occasione che lavorare insieme per due settimane?Non posso fare a meno di te

Ripeto, carino ma niente di che. La storia della relazione con la sorella del migliore amico è sempre carina ma risulta tirata via. La Murphy si sofferma pochissimo sul rapporto che nasce tra i protagonisti e si sofferma ancora meno sul rapporto con Gage, il fratello di Ivy. Mi stupisce molto la scarsa la caratterizzazione dei personaggi visto che in altri romanzi l’autrice ci propone un quadro più che completo dei personaggi. Da sottolineare inoltre che le scene di sesso sono molte, anzi troppe per un romanzo con così poche pagine. Tutto manca di spessore. Il lato positivo è che si legge bene, ma vi consiglio di far passare qualche mese e cercare di comprarlo a un prezzo scontato.

VOTO: 6

SENSUALITA’: 8

Recensione L’abbandono – Disarm Trilogy #2 di June Gray

Trama

All’inizio sembravano felici e contenti…
Per Elsie e Henry sposarsi e comprare una casa è solo l’inizio di una nuova e appassionante avventura. Elsie ha ingranato bene col suo lavoro, mentre Henry sta facendo carriera come agente di polizia. Tutto, a quanto pare, è finalmente tornato al posto giusto. Ma proprio quando le cose sembrano andare a gonfie vele, i cambiamenti mettono a dura prova la stabilità del loro rapporto. Henry, con il lavoro che fa, è in costante pericolo di vita, e Elsie lo osserva impotente, mentre scivola di nuovo nelle proprie equivoche, vecchie abitudini. E sa che deve trovare un modo, a qualsiasi costo, per evitare che il passato si ripeta. Con il rischio continuo di sprofondare nelle sabbie mobili, Elsie e Henry devono capire come rafforzare la loro unione, prima che finiscano per perdere ciò che conta di più…

  1. La conquista (Serie Disarm #1)
  2. L’abbandono (Serie Disarm #2)
  3. Retreat (Serie Disarm #3)
  4. The Henry Sessions (Serie Disarm #4)
  5. Engage (Serie Disarm #5)
  6. Capture (Serie Disarm #6)

Recensione

JUNE GRAY L'ABBANDONOIl primo capitolo della serie (che vi recensirò appena ho un po’ di tempo) mi era piaciuto, ma lo avevo trovato a tratti un po’ noioso. Ho cominciato quindi, L’abbandono senza tante aspettative e invece mi sono dovuta ricredere totalmente. E’ emozionate, scorrevole, ben scritto e pieno di sentimento, un libro che vale davvero la pena di essere letto. Facciamo un riassunto della storia: Elsie e Henry sono finalmente felici dopo che hanno dovuto affrontare prove difficili (esercito, disturbo post traumatico, separazione e sensi di colpa) e hanno deciso di mettere una pietra sopra al passato. Henry ha lasciato l’esercito e si prepara per entrare in polizia, Elsie lavora in una delle agenzie pubblicitarie più promettenti del paese e la loro vita matrimoniale non potrebbe andare meglio. Ovviamente non poteva andare tutto liscio come l’olio e i problemi sono proprio dietro l’angolo ad aspettarli: la discesa comincia nel momento in cui Henry diventa un poliziotto e cede nuovamente alla depressione lasciando spesso Elsie da sola, escludendola dai suoi problemi e tenendosi tutto dentro fino a scoppiare. Ad aggravare ancora di più la situazione ci si mette una gravidanza interrotta che fa cascare entrambi in un periodo di tristezza da cui si rialzeranno molto a fatica e che lascerà delle cicatrici profonde che forse è impossibile rimarginare. Ammetto che spesso e volentieri avrei voluto prendere a schiaffi Henry che sacrifica sua moglie e la sua felicità per un senso dell’onore che non sta né in cielo né in terra. Sembra che si senta il paladino della giustizia inviato per ripulire il mondo dai criminali e che se non ci pensa lui, la terra si distruggerà. Un po’ più di umiltà non ci starebbe male. Dall’altra parte troviamo Elsie che invece dimostra una forza che nel primo capitolo era mancata, si rialza, combatte e non si lascia mai andare. Prende in mano la sua vita e quella di suo marito e cerca con le unghie e con i denti di risollevarsi dal baratro L'abbandonoin cui Henry la trascina giorno per giorno. L’avrei apprezzata anche se gli avesse dato un bel calcio nel didietro per gettarsi fra le braccia di Conor, il suo capo, che non nasconde l’interesse nei confronti di Elsie! Il bello di questo libro però è che, nonostante il protagonista mi abbia fatta infuriare più di una volta, l’autrice descriva due persone alle prese con problemi comuni e non un matrimonio idilliaco e la famiglia del Mulino Bianco. Insomma, bello, leggetelo. E adesso aspettiamo ottobre e l’uscita del terzo volume.

Nota: il passaggio da una scena ad un’altra è molto confuso, colpa dell’impaginazione che non prevede uno spazio tra un cambio di scena e l’altro. A volte ho dovuto rileggere una frase per capire se si stava svolgendo in un momento diverso o se fosse la continuazione del discorso precedente.

VOTO: 10

SENSUALITA’: 10

Recensione Tutto in una sola notte – Stage Dive Series #1 di Kylie Scott

Trama

I piani di Evelyn Thomas per festeggiare il suo ventunesimo compleanno a Las Vegas erano grandiosi. Non aveva certo previsto di svegliarsi sul pavimento del bagno della sua stanza d’hotel, con i postumi di una sbornia madornale e un uomo tatuato, seminudo e molto attraente accanto ad assisterla. E, ciliegina sulla torta, un diamante al dito grande abbastanza da spaventare. Se solo riuscisse a ricordarsi come tutto ciò possa essere accaduto, sarebbe già qualcosa… Lui si ricorda tutto, invece: si chiama David, è il chitarrista di una rock band di successo, gli Stage Dive, e da meno di dodici ore pare sia il marito di Evelyn. E adesso? Che fare? E se non si fosse trattato solo di un errore dovuto ai fumi dell’alcol?

  1. Tutto in una sola notte (Stage Dive Series #2 con Evelyn e David)
    2. Play (Stage Dive Series #2 con Mal e Anne)
    3. Lead (Stage Dive Series #3 con Jimmy e Lena)
    4. Deep (Stage Dive Series #4 con Lizzy e Ben)

Recensione

“Sei bello da morire quando menti”. “Davvero? Sono canzoni d’amore, piccola. L’amore non è sempre semplice. Può essere doloroso, incasinato”, disse. “Questo non toglie che sia la cosa più bella che ti possa capitare. Non toglie che io sia pazzo di te”. “Sei pazzo di me?”, chiesi con voce strozzata dall’emozione. “Cero che lo sono”. “E io sono pazza di te. Sei bello dentro e fuori, David Ferris”.

Tutto in una sola notte Evelyn, figlia perfetta e studentessa perfetta di architettura, decide di festeggiare il suo 21esimo compleanno a Las Vegas con la sua migliore amica e come dicono gli americani in questi casi? “Quello che succede a Las Vegas, rimane a Las Vegas”. Ecco, la mattina successiva ad una sbornia colossale, Evelyn vorrebbe solo far sparire quell’anello all’anulare sinistro che le suggerisce di aver fatto un’enorme cavolata e tener nascosto ad anima viva il suo colpo di testa. Peccato che non avesse fatto i conti con la popolarità del marito, leader di un gruppo rock famoso in tutto il mondo! Giornali scandalistici, fan sfegatate e paparazzi che spiattellano ai quattro venti ciò che Evelyn si era tanto impegnata a nascondere, la assillano ovunque. L’unica via d’uscita è accettare l’aiuto di David, suo marito, e rifugiarsi in una villa a Los Angeles dove alloggiano i componenti del gruppo. Evelyn non sa cosa aspettarsi, ma nel profondo ha la speranza di essersi sposata con David non solo perché il tasso alcolico era alto, ma anche perché tra loro fosse effettivamente scattato qualcosa. L’unico modo per capire effettivamente come siano arrivati a fare il grande passo dopo appena poche ore di conoscenza è conoscersi, frequentarsi e ricercare quella scintilla che li ha uniti la prima volta, ma i tanti segreti di David rischiano in più occasioni di spaccare la coppia appena nata.c11d8b6b9968419d80f43aa6a1bc4ade

Carino, ma mi aspettavo qualcosa di più. Non è tanto la storia della rockstar che si innamora della barista a lasciarmi dubbiosa è piuttosto la sensazione che sia un libro in molti tratti tirato via. Partiamo dal fatto che in pratica i protagonisti si innamorano dopo due giorni che stanno insieme e che i momenti in cui vivono una normale relazione sono ridotti a una manciata molto modesta. Continuiamo poi parlando del pochissimo spazio riservato alla scelta di Evelyn di mettere in discussione i suoi studi in architettura che sono più un sogno del padre che di Evelyn stessa. E concludiamo infine con la totale mancanza di un epilogo per farci dare una sbirciata sul futuro che attende i protagonisti. Insomma, per tutti questi motivi non mi sento di dire che sia un libro favoloso come ho letto in tante recensioni su Amazon, posso al massimo classificarlo come carino come preannunciato all’inizio. E ora aspettiamo la prossima storia con protagonista il simpatico Mal che non vuol sentire pronunciare la parola matrimonio nemmeno da lontano.

VOTO: 6,5

SENSUALITA’: 8

Recensione Come ti spaccio il fidanzato – Serie Love Match #1 di Sara Pratesi e Fabiana Andreozzi

Trama

Vittoria ha votato la sua vita alla carriera e al successo. Dylan è il suo sottoposto e il ruolo gli va alquanto stretto, convinto che la promozione della sua collega sia stata concessa sfruttando il suo corpo.
Lui odia lei… che a sua volta odia lui…
Ma se all’improvviso il nemico diventasse l’unica salvezza?
La vita di Vittoria viene resa impossibile dalla sua famiglia invadente e da una sfilza di bugie.
La sua unica via di scampo ha il nome di un uomo, Josh Harper, con cui deve convolare presto a nozze…
Peccato che questo uomo nella vita di Vittoria non esiste e lei ha meno di una settimana per procacciarsi un presunto fidanzato da spacciare alla sua famiglia.
E se alla fine l’unica àncora di salvataggio fosse racchiusa nel suo odiato sottoposto? Riusciranno a superare l’odio e a fingere di amarsi? E se a complicare la situazione comparisse qualche ex di troppo e una famiglia italiana casinista e rumorosa?
Soprattutto: può l’odio essere il nascondiglio dell’amore?

Sullo sfondo New York e Capalbio testimoni di un’esilarante commedia d’amore e d’odio!

  1. Come ti spaccio il fidanzato (Love Match #1 con Vittoria e Dylan)
  2. Love Match #2
  3. Love match #3
  4. Love Match #4

Da notare che ogni libro è autoconclusivo.

Recensione

Sara pratesiHo appena finito di leggere il primo libro della serie Love Match composta da quattro volumi (o almeno mi sembra di aver capito così dalla nota iniziale) e scritta da Sara Pratesi, che già ho avuto modo di conoscere attraverso alcuni simpatici romanzi. Insieme alla Pratesi questa volta troviamo anche un’altra autrice, Fabiana Andreozzi di cui non ho mai letto niente, ma che so essere molto apprezzata per il suo romanzo Colpo di fulmine da Harrods che ho intenzione di leggere al più presto. Credo che, per lo meno per quanto riguarda Sara Pratesi, la sua strada sia quella della commedia romantica alla Sophie Kinsella, piena di imprevisti, scenette divertenti e dal tono generale molto leggero. Detto questo, ho apprezzato moltissimo la storia di Vittoria e Dylan ma ho avuto la sensazione che la farsa venisse tirata un po’ troppo per le lunghe passando da divertente a surreale, soprattutto nel finale. Cominciamo dal presentarvi la trama: Vittoria è una donna tutta d’un pezzo, dedita al lavoro e con l’unico obbiettivo nella sua vita di emergere e diventare qualcuno di importante. L’amore per lei non esiste, l’unica cosa che sa suscitarle un sentimento sono i suoi progetti architettonici newyorkesi, mentre gli uomini servono solo per espletare delle mere necessità fisiche. Di tutt’altro parere è la sua famiglia che la vuole vedere sposata in tempi brevi, e quale modo migliore per mettere a tacere dei genitori invadenti? Convincerli che il fidanzato esiste e che presto convolerannoCome ti spaccio il fidanzato a nozze, ovviamente! La bugia regge fino a quando tra Vittoria e la sua famiglia si trovano migliaia di chilometri, ma la prospettiva di dover fare un viaggio in Italia per l’anniversario della nonna fa crollare tutto il suo castello di menzogne. Vittoria non può non tornare in Italia, ma non può neanche presentarsi senza nessuno al seguito con il rischio che i genitori comincino a propinargli ogni uomo disponibile in età da matrimonio. Urge trovare al più presto una soluzione e, dopo incontri su internet e personaggi decisamente bizzarri, ecco che Jenny, la migliore amica di Vittoria, ha una trovata geniale: Dylan, suo fratello e anche collaboratore di Vittoria è il perfetto candidato per la messinscena. Peccato che Vittoria e Dylan si odino e che, per ottenere questo enorme favore da Dylan, Vittoria dovrà promettergli l’impossibile. Tra malintesi, passione e divertimento i due protagonisti si renderanno conto di non disprezzarsi poi così tanto…

All’inizio pensavo che fosse una copia del film Ricatto d’amore, invece sono rimasta piacevolmente stupita quando ho scoperto che le similitudini erano veramente pochissime. Tuttavia non mi ha convinta del tutto. Come dicevo all’inizio, l’ho trovato parecchio ripetitivo dal momento in cui Vittoria e Dylan tornano dall’Italia. Il gioco della finzione è stato divertente e le autrici hanno ben descritto la nascita di un sentimento, ma avrei preferito che una volta conclusa questa parentesi, i due protagonisti si concentrassero di più sulla relazione che stava nascendo spezzando così un po’ il ritmo. Inoltre, ho trovato abbastanza irreale gli incontri con le famiglie per l’imminente matrimonio e soprattutto che i due protagonisti si sposino senza aver mai vissuto veramente un rapporto. Insomma, carino e sicuramente da leggere, ma un po’ sottotono rispetto agli altri romanzi della Pratesi. E la prossima protagonista chi sara? Jenny? A presto!

VOTO: 6

SENSUALITA’: 8