Recensione Sguardi – Serie I colori dell’amore #3 di Kathryn Taylor

Trama

Per la giovane Sophie Conroy l’arte non è solo una passione, ma un affare di famiglia. A Londra gestisce infatti una casa d’aste insieme al padre. Gli ultimi tempi però non sono stati facili e per tornare sulla cresta dell’onda, dopo la grave crisi finanziaria che li ha colpiti, Sophie è determinata ad aggiudicarsi un prestigioso incarico: la vendita di alcuni capolavori appartenenti alla collezione di una importante villa romana. Ma proprio durante il viaggio di lavoro nella città eterna, un incontro tanto fortuito quanto speciale farà vacillare le certezze dell’algida e controllata Sophie. Finora nessuno è riuscito davvero a conquistare il suo cuore, eppure il seducente e misterioso Matteo Bertani, professore di arte, saprà iniziarla a piaceri inediti, mostrandole una nuova dimensione del desiderio. E Sophie, ormai irrimediabilmente travolta dai sentimenti, finirà per ignorare qualsiasi avvertimento, comprese le distanze che Matteo continua a mettere tra loro… Perché ci sono ancora molte cose che non sa di lui.

  1. Il rosso (I colori dell’amore #1)
  2. Il viola (I colori dell’amore #2)
  3. NOVELLA Inconfessabile (I colori dell’amore #2.5)
  4. Sguardi (I colori dell’amore #3)
  5. Seduzioni (I colori dell’amore #4)

Recensione

“Hai un’idea di quanto sei bella, Sophie?” mi sussurra in un orecchio. Aspetta che la mia agitazione scemi prima di riprendere a riempirmi di coccole. Le sue carezze si fanno sempre più ardite. “Sei la musa perfetta per ogni artista. Hai proporzioni perfette e i tuoi colori sono quelli della seduzione: i capelli lucidi e neri nei quali perdersi, gli occhi grigio azzurri che ti possono fissare con freddezza e distacco ma anche con l’impetuosità di una tempesta. E queste labbra piene che baciano con tanto ardore e altrettanta passione.” Segue con un dito la linea della bocca per poi spostarsi lungo il collo. “Si può impazzire per te se non ti si riesce a scacciare dalla mente.”

Sguardi di Kathryn TaylorPensavo che I colori dell’amore si concludesse con le vicende di Grace e Jon, e invece la fortunata autrice tedesca ci regala altri due volumi con protagonisti Sophie e Matteo, due esperti d’arte che nella città eterna faranno scintille. Sophie, insieme al padre, gestisce una delle più importanti case d’asta di Londra che da alcuni mesi a questa parte ha subito una forte crisi dalla quale ne potrebbero uscire definitivamente accaparrandosi la collezione di un nobile romano intenzionato a liberarsi della maggior parte delle sue opere. Una volta a Roma, Sophie incontra molti personaggi interessanti che le potranno essere utili in futuro, e incontra anche Matteo Bertani, giovane professore di Storia dell’Arte alla Sapienza e imprenditore di successo che la tratta come se la odiasse profondamente quando in realtà è la prima volta che si vedono. L’odio di Matteo è dettato dal fatto che non vuole che Giacomo Di Chessa venda le sue opere e si trasferisca a Londra e di conseguenza cerca di ostacolare il lavoro di Sophie. Il destino però li unisce quando Sophie si vede costretta a chiedere l’aiuto di Matteo per l’autenticazione di un quadro molto importante che entrerà presto in possesso della casa d’aste e con sorpresa di entrambi i protagonisti, l’attrazione trSguardia loro è fortissima e va oltre le divergenze lavorative. Le basi per la nascita di una relazione sono molto fragili a causa di Matteo che dopo la morte della moglie alcuni anni prima, non vuole più legarsi a nessuno e ricerca solo delle brevi storie di letto senza impegno. Sophie è una donna battagliera, intrigante e intelligente, ma in fatto di rapporti di coppia non sa cosa vuole e non riesce a capire se il sentimento che sta nascendo tra lei e Matteo sia unilaterale e se sia frutto solo di una passione travolgente che non le permette di vedere chiaramente che tipo d’uomo ha di fronte. In questo terzo volume ho ritrovato lo stile fresco, accattivante e passionale che aveva contraddistinto Il rosso e che avevo perso invece nel secondo capitolo, Il viola. Mi è piaciuta moltissimo l’ambientazione romana che non risulta mai forzata e stereotipata. Belli i riferimenti all’arte che danno molto spessore al romanzo rendendolo molto interessante e mai noioso nonostante ci siano moltissime spiegazioni riguardanti l’arte. L’unico difetto che posso trovare è che avrei preferito un’interazione maggiore con i personaggi secondari (Nigel, la famiglia di Matteo e la famiglia di Sophie). Non vedo l’ora di leggere il seguito per scoprire quali siano i segreti e i tormenti di Matteo che mi è piaciuto tantissimo in questo primo libro. E ora non ci resta che attendere il 19 maggio e l’uscita di Seduzioni che segna la fine della serie.

VOTO: 9,5

SENSUALITA’: 9

Annunci

Un pensiero su “Recensione Sguardi – Serie I colori dell’amore #3 di Kathryn Taylor

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...