Recensione The Heir – Serie The Selection #4 di Kiera Cass

Trama

Sono passati vent’anni da quando America Singer ha partecipato alla Selezione e conquistato il cuore del principe Maxon. Ora, nel regno di Illéa, è tempo di dare inizio a una nuova competizione. Il Paese infatti è in diffi coltà: il popolo è inquieto e infelice, la tensione cresce ogni giorno e la situazione è sempre più precaria. Solo una Selezione potrebbe risollevare gli animi dei sudditi e alleggerire l’atmosfera. E questa volta toccherà alla futura erede al trono, Eadlyn, scegliere tra i trentacinque pretendenti arrivati a Palazzo. Il re e la regina però non hanno fatto i conti con il carattere indipendente e determinato della giovane principessa, che non ha alcuna intenzione di assecondare questa farsa e lasciare decidere agli altri della sua vita. L’idea che la Selezione possa regalarle la stessa favola d’amore dei suoi genitori non la sfi ora nemmeno. Ma scoprirà presto che il suo lieto fi ne non è poi così impossibile come aveva pensato…

  1. NOVELLA The Queen (The Selection #0.4 con Amberly)
  2. NOVELLA The Prince (The Selection #0.5 con Maxon)
  3. The selection (The Selection #1 con America e Maxon)
  4. The elite (The Selection #2 con America e Maxon)
  5. NOVELLA The Guard (The Selection #2.5 con Aspen)
  6. The one (The Selection #3 con America e Maxon)
  7. Ancora inedito

Recensione

Carina l’idea di ambientare la storia vent’anni dopo visto che alla fine del terzo libro ero rimasta con la curiosità di sapere come si sarebbero evolute le scelte politiche di Maxon e America, ma ho trovato che i personaggi non fossero all’altezza degli altri romanzi e che la protagonista sia da prendere a badilate da quanto è antipatica. Partiamo da un riassutino: Eadlyn è la primogenita di America e Maxon e futura regina visto che nel corso degli anni sono state abolite le caste e permesso che anche le figlie femmine potessero salire sul trono. Eadlyn prende molto sul serio il suo ruolo, ma è anche convita di essere la più potente, la più intoccabile e la più amata, convinzioni che la fanno apparire agli occhi altri un’altezzosa principessa viziata e piena di sé (cosa dal mio punto di vista, assolutamente esatta). La famiglia reale, dopo aver dato vita ad un lungo periodo di pace, si trova ad affrontare lo scontento dei cittadini che non riescono a trovare lavoro e che non apprezzano la monarchia e i suoi agi. E’ necessario trovare una soluzione in fretta prima che le sommosse diventino un vero e proprio movimento rivoluzionario e per risollevare il morale dei propri sudditi, Maxon e America decidono di organizzaThe heir - Kiera Cassre una Selezione in onore della figlia Eadlyn che sembra tutt’altro che predisposta a prendere marito. Messa di fronte all’insistenza dei genitori, la principessa non può fare altro che acconsentire e invitare 35 ragazzi delle province che proveranno a conquistarla con ogni mezzo. Nel frattempo, mentre viene trasmesso in tutta Illèa il reality show, i regnanti cercheranno una soluzione alla crescente violenza che dilaga nel paese. Fare la conoscenza di un bel gruppo di ragazzi non sembra una cosa tragica, ma per un tipo chiuso, schivo e freddo come Eadlyn si trasforma in una vera e propria impresa che la porta a chiudersi ancora più in se stessa e a confermare il pensiero del popolo che la giudica egoista e indifferente alle sofferenze altrui. Come partecipanti della Selezione troviamo alcuni personaggi chiave che ricopriranno senz’altro un ruolo importante nel prossimo libro: Kile, cresciuto a palazzo ma mai preso in considerazione da Eadlyn; Henri, un simpatico ragazzo straniero che si porta dietro Eric, l’interprete; e i fratelli della principessa. Insomma, la struttura come potete capire è molto simile a quella dei primi libri e oscilla tra il frivolo (bisticci d’amore, appuntamenti e innamoramenti) e alcune considerazioni politiche che danno spessore al romanzo e lo rendono nel complesso scorrevole e piacevole. Tuttavia non posso ritenermi soddisfatta del tutto un po’ perché ho trovato che la Cass si sia buttata su questo romanzo per mancanza di idee originali (e quindi meglio andare sul sicuro) e un po’ perché Eadlyn è una ragazzetta viziata che non si rende conto che al mondo non c’è solo lei. Probabilmente nel prossimo libro ci sarà un cambiamento in lei e ci stupirà, ma per ades41485391880046e2b07cc431562e748eso avrei solo voluto prenderla a schiaffi. Anche i pretendenti sono privi di carattere e molto poco interessanti, non mi è rimasto impresso quasi nessuno. Da notare una cosa che mi ha lasciata sconcertata: ma perché Maxon e America vengono descritti come due vecchi decrepiti che potrebbero schiattare da un momento all’altro quando hanno solo 40 anni?! Mi sento quasi offesa visto che non mi manca poi tanto ad arrivarci. Voglio scrivere una lettera di protesta alla Cass!

VOTO: 6,5

SENSUALITA’: 4,5

Annunci

Recensione Reached – Serie Matched #3 di Ally Condie

Trama

Cassia, Ky e Xander sono lontani, separati da migliaia di chilometri eppure uniti dalla stessa missione: lavorare per l’Insorgenza, l’enigmatica organizzazione che vuole far capitolare la Società. Dopo anni di lavoro sotterraneo, l’Insorgenza è finalmente pronta a lanciare il suo attacco. Un virus letale viene rilasciato nei corsi d’acqua e in breve tempo la popolazione viene decimata. Se la Società non ha le risorse per curare tutti, l’Insorgenza sì. Dimostrando che la Società non è così affidabile e organizzata come vuole apparire, la forza ribelle ne distrugge quindi il caposaldo, l’idea di perfezione. Ma quando il virus muta e nessuno, nemmeno l’Insorgenza, sa come curarla, serviranno misure straordinarie per salvaguardare il mondo in pericolo. I tre ragazzi si riuniranno per l’ultima volta.

  1. Matched
  2. Crossed
  3. Reached

recite-14107--1031414404-1bri55a

Recensione

Reached di Ally Condie

Siamo arrivati all’ultimo capitolo di questa famosa serie distopica e abbiamo lasciato Ky, Xander, Cassia e Indie alle prese con l’Insorgenza. La novità è che in questo terzo libro i punti di vista sono tre: Cassia a Central come catalogatrice e infiltrata nella Società, Ky insieme a Indie come pilota di aeronave nel campo base dell’insorgenza e Xander nel centro medico come Fisico. La ribellione prende finalmente forma e tra i cittadini scoppia un’epidemia di una malattia chiamata Piaga che si manifesta con macchie di sangue, difficoltà respiratorie e stanchezza. La Piaga in realtà è il segReached di Ally Condienale che l’Insorgenza sta prendendo il potere, mostrando a tutti quando la Società è malata e fornendo il vaccino alla malattia che sta dilagando. Ma quando tutto sembra andare per il meglio, ecco che la situazione precipita e il virus muta in una forma molto più aggressiva che non risponde alle cure conosciute. Cassia e Xander uniranno le forze insieme al Pilota e ai contadini dei Villaggi di Pietra per cercare la nuova formula che permetterà di guarire tutti i malati, compreso Ky. Allora, partiamo dai lati positivi di questo libro: è scritto bene come i precedenti due capitoli, i tre punti di vista con capitoli molto brevi rendono il racconto più movimentato e leggero e la storia è veramente pensata bene perchReached di Ally Condieé si capisce fin dall’inizio che questa ribellione non è nata da un giorno ad un altro ma va avanti da generazioni e che, una volta acquisita la forza necessaria per soverchiare la Società, non è così semplice prendere il potere. I lati negativi però per me sono molti di più e primo fra tutti il fatto che la narrazione è molto lenta, piatta, non succede praticamente niente che lasci il segno. Devo dire la verità, ho fatto un po’ fatica a leggerlo e da questo ultimo capitolo mi sarei aspettata molto di più. In secondo luogo Ky, che mi era piaciuto moltissimo in Matched, negli ultimi due libri è caduto giù in picchiata. Depresso, senza forza e anche il fatto che pensi ad Indie quando è malato mentre Cassia si sta facendo in quattro per aiutarlo, proprio non mi va giù. Insomma, arrivata alla fine della serie il mio giudizio è che si poteva fare molto molto meglio.

VOTO: 6

SENSUALITA’: ASSENTE

Recensione Crossed – Trilogia Matched #2 di Ally Condie

Trama

La Società sceglie tutto per te. I libri che leggi. La musica che ascolti. La persona che ami. Ma per Cassia Reyes le regole del gioco sono cambiate. Solo poco tempo prima la Società aveva scelto come suo promesso sposo Xander, il suo migliore amico: doveva essere il suo compagno perfetto, ma una macchina non può comandare il cuore. Il ragazzo che ama non è lui ma è Ky, una Aberrazione, un individuo che la Società considera pericoloso e indegno di essere promesso a qualcuno. Un errore che proietta Cassia in una nuova dimensione di verità e conoscenza dove può vedere con chiarezza le mancanze e i difetti del Sistema.
Scoprendo dentro di sé una forza che non sapeva di possedere, Cassia si allontana alla ricerca di Ky, che è stato rapito e portato al confino. In quelle terre estreme Cassia potrà capire che non tutto è perduto e che dentro questo mondo apparentemente immobile e perfetto c’è un seme di cambiamento e di libertà. Una ribellione sta montando, e Cassia è finalmente libera, libera di scegliere.

  1. Matched
  2. Crossed
  3. Reached

Ally Condie - Crossed

Recensione

Crossed Ally Condie

Abbiamo lasciato Cassia nei campi di lavoro che cerca di avvicinarsi alle Province Esterne per raggiungere Ky che è stato mandato a morire lungo il confine. Prima di tutto diciamo subito che la novità in questo secondo capitolo è il doppio punto di vista Cassia-Ky che rende il romanzo molto più dinamico, interessante e soprattutto ci dà la possibilità di conoscere più luoghi e situazioni contemporaneamente. Dal punto di vista di Ky scopriamo cosa succede nelle province esterne, la morte dei compagni che deve affrontare quotidianamente, i bombardamenti e la speranza di un futuro diverso, migliore, una volta che avrà ritrovato Cassia. Dagli occhi di Cassia impariamo invece il distacco graduale dalla mentalità imposta dalla Società, la tenacia e la forza che tira fuori per raggiungere Ky, la necessità di condividere il peso con qualcuno trovando in Indie un’amica. Fino all’incontro finalmente tra i due protagonisti. Ecco, è a questo punto che secondo me il romanzo comincia un po’ a scadere perché mostra un Ky totalmente disilluso e depresso che non riesce ad aprirsi con Cassia nonostante lei abbia affrontato l’inferno per trovarlo. La scrittura diventa quindi più cupa e secondo me a tratti poco scorrevole. E’, come nel caso di Matched, scritto molto bene ma manca sempre qualcosa. Peccato, era partito davvero bene. Speriamo che l’ultimo capitolo sia quello buono. Il messaggio generale però del libro è davvero splendido: la cultuAlly Condie Crossedra che rende liberi, i libri e le letture che riescono a spezzare le catene di Cassia rendendola finalmente più critica nei confronti di ciò che la circonda. A presto con la recensione di Reached!

VOTO: 7

SENSUALITA’: ASSENTE

Recensione Matched – Trilogia Matched #1 di Ally Condie

Trama

Matched di ally condie

Immaginate un mondo dove non esiste scelta. Un mondo in cui ogni passaggio della vita viene scandito e orchestrato della Società. Un mondo dove l’amore è stato ridotto a una semplice unione di individui geneticamente compatibili, in grado di creare una progenie perfettamente in salute, priva di difetti. A diciassette anni una cerimonia vi assegnerà il vostro compagno ideale, a ventuno vi sposerete e al compimento degli ottanta anni, non un giorno di più, una morte felice e tranquilla vi rimuoverà da una Società alla quale non siete più utili.
Questo è il mondo di Matched.
E’ il quindici del mese e, come è consuetudine, la Società celebra i Banchetti di Abbinamento. Cassia Maria Reyes ha 17 anni ed è arrivato per lei il momento di partecipare finalmente al suo Banchetto. Curiosa di sapere chi le verrà assegnato, Cassia ripone grande fiducia nelle scelte della Società: sa che il suo sarà il compagno perfetto. Quando i Funzionari chiamano il suo nome si alza e si dirige verso lo schermo dell’Abbinamento. Pochi secondi di attesa prima di scoprire che il suo compagno è un caro amico, un ragazzo che conosce da tutta la vita, Xander. Ma non è il volto di Xander quella che compare sullo schermo di casa sua, una volta inserita la micro card in dotazione a ogni ragazzo appena Abbinato. Il volto appartiene a un altro ragazzo, Ky.
Cassia si trova ora a un bivio, divisa tra due scelte impossibili: tra Xander e Ky, tra un’esistenza preordinata e un percorso che nessuno ha mai avuto il coraggio di seguire. Divisa tra due vite. Una pianificata e controllata e una illegale, pericolosa ma libera. Non più un quadro dove gli unici colori siano il bianco e il nero, ma un arcobaleno di tonalità, scelte da lei e non da chi ha sempre deciso al suo posto.  
  1. Matched
  2. Crossed
  3. Reached

Recensione

Matched di Ally CondieSono un po’ dubbiosa, devo dire la verità. Il libro è scritto veramente bene, ma fondamentalmente sembra più una presentazione della Società che un vero e proprio romanzo perché in effetti non è che succeda niente di che. Partiamo col presentare i personaggi e il mondo in cui vivono: l’autrice ci racconta la storia di Cassia, un’adolescente come tutte le altre, ligia al dovere e alle regole ferree della società in cui vive . E’ un sistema che non dà spazio alle scelte personali, ma anzi si prefigge di capire a priori quali sono le esigenze di ogni singolo cittadino e in base a questi parametri decide per lui cosa mangiare, come vivere, con chi procreare (e proprio tramite l’Abbinamento Cassia viene assegnata al suo amico Xander) e quale lavoro fare. E’ una società pressoché perfetta, non esistono discriminazioni, non esistono malattie, non esistono scontri ma pagina dopo pagina questo severo sistema governativo viene messo in discussione da Cassia che si rende conto che i Funzionari (coloro che vigilano sull’osservanza della regole) la stanno in realtà manipolando, cambiando e non le stanno dando la possibilità di emergere, di crescere e di uscire fuori dagli schemi prefissati.

Ally Condie MatchedComincerà a ribellarsi nel suo piccolo grazie all’incontro con Ky, un’Aberrazione (cioè un ragazzo il cui padre ha commesso un’infrazione al codice) che sembra sapere molte cose sulla società, sugli atti di ribellione vengono soffocati e le aprirà gli occhi sugli aspetti delle regole che vuole cambiare per creare un mondo migliore. Ecco, diciamo che la descrizione di questa società e la presa di coscienza di Cassia sono spiegate davvero bene, ma il tutto è molto molto lento, è come se fosse solo una preparazione per i successivi due libri. Sono dubbiosa proprio perché si vede che l’autrice scrive davvero bene, ma avrebbe potuto forse alternare la descrizione della tranquillità della vita con gli aspetti più ribelli delle frontiere in modo da rendere il romanzo più avvincente. Sono cerca che gli altri capitoli ci riserveranno un sacco di sorprese e saranno molto più movimentati, ma per ora a Matched posso dare al massimo la sufficienza.

VOTO: 6

SENSUALITA’. ASSENTE