Recensione Nel mio mondo – Serie La Rosa dei venti #1 di Keihra Palevi

Trama

Laureen: una ragazza che si ritrova in una situazione critica, dopo la morte del padre, avvenuta in circostanze apparentemente accidentali. A soli ventiquattro anni deve lottare ogni giorno per tener aperta la fabbrica di mobili che rischia di fallire.
Dall’altro capo del mondo Miguel, figlio non riconosciuto di una giovane mezzosangue e un magnate, si ritrova ad avere una vita totalmente cambiata grazie a una tragica vicenda.
Un’incontro: i due, per forza di cose o per via del destino, si dovranno incontrare per sistemare affari di famiglia derivanti dal passato.
Un accordo bizzarro, proposto da lei e accettato da lui.
Tra loro scatta immediata una fortissima attrazione alla quale cercheranno di sfuggire (pochissimo), ma dopo poco si arrenderanno anche all’amore (prestissimo!).
Amore che si scontrerà con ostacoli che appartengono agli stessi protagonisti-
Tra Italia e Venezuela, una storia contemporanea con riferimenti a un passato il quale lancia la sua rete anche sul presente
Suspance, ironia, gioia e delusioni: tra i due Mondi: una storia d’amore vera e di vero amore.

  1. Mel mio mondo (Serie La rosa dei venti #1)
  2. L’oceano tra noi (Serie La rosa dei venti #2)
  3. Oltre (Serie La rosa dei venti #3)

Recensione

Su Amazon ho comprato il primo e secondo volume in un unico blocco, ma ho deciso di recensirli in due articoli diversi un po’ perché non so se l’autrice in futuro li manterrà uniti e un po’ perché i miei giudizi voglio che siano specifici per ogni singola parte. I protagonisti sono Laureen che ha dovuto abbandonare l’università e i suoi sogni per occuparsi del mobilificio di famiglia che non naviga in buone acque, e Miguel, imprenditoLa rosa dei ventire sudamericano di successo e proprietario del terreno e della fabbrica di mobili della famiglia di Laureen. Le loro realtà non potrebbero essere più diverse e nemmeno in un’altra vita avrebbero pensato di conoscersi e soprattutto di piacersi. Sull’attività dei Venier pende un debito ingente contratto dal padre moltissimi anni prima e che, nonostante il lavoro vada bene e nonostante l’impegno di Laureen, non riesce ad essere saldato e per un imprenditore come Miguel, un posto del genere è solo uno spreco di soldi dai guadagni minimi. L’imprenditore aveva deciso di rimanere in Italia per dei sopralluoghi per circa un mese, ma non aveva messo in conto di innamorarsi della bella italiana che lo fa sentire vivo dopo una vita fatta di sofferenze a causa del padre che lo ha riconosciuto solo quando gli ha fatto più comodo e a causa anche delle batoste amorose che ha preso nel corso degli anni. E finalmente ora che Miguel ha trovato la sua anima gemella, ecco che una notizia del tutto inaspettata lo travolge e rischia di mettere a rischio il suo rapporto con Laureen e tutto il suo futuro. Leggete e scoprite cosa succederà!Keihra Palevi - Nel mio mondo

Partiamo con i lati positivi: la caratterizzazione dei personaggi è assolutamente perfetta. La Palevi è stata davvero brava a descrivere il loro passato, le loro esperienze e il loro carattere senza mai risultare noiosa. Ottimi i riferimenti alle generazioni che li hanno preceduti e che danno un quadro più completo dell’amarezza che ha segnato i De marchi (la famiglia di Miguel) e dell’ingenuità a fin di bene dei Venier (la famiglia di Laureen). Devo ammettere che non mi aspettavo un romanzo così ben scritto che, a livello di sintassi, è decisamente una spanna più in alto di altre colleghe che si autopubblicano, ma anche di alcune appoggiate da una casa editrice. Da sottolineare anche l’assenza quasi totale di errori di battitura a parte un paio di apostrofi che sono sfuggiti al controllo (ad es. “un’aiuto). Purtroppo però alcune cose non mi sono piaciute più di tanto: in generale io non apprezzo granché la narrazione in terza persona che risulta un po’ impersonale e inoltre trovo ridondante descrivere le solite scene con entrambi i punti di vista. Rende, secondo me, la lettura un po’ troppo pesante. Per quanto riguarda invece il racconto in sé, ho trovato un po’ troppo affrettato il sentimento tra i protagonisti che nel giorni di dieci giorni si dichiarano già amore eterno, facendo risultare la storia d’amore poco credibile e ho trovato proprio sbagliata la conclusione del libro. Avrei preferito che il romanzo terminasse con la confessione della notizia appena ricevuta e non prima, altrimenti in questo modo non si crea la suspense che dovrebbe esserci e la storia sembra troncata a metà. Tutto sommato comunque lo consiglio. Buona lettura!

VOTO: 7

SENSUALITA’: 6,5

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...