Recensione My Masters’ Nightmare di Marita A. Hansen

Trama

Non me lo sarei mai aspettata, non avevo immaginato quanto sarebbe cambiata la mia vita nel giro di un mese. Mi sarei innamorata di un uomo, ne avrei ucciso un altro, e avrei perso il mio corpo, la mia mente, la mia anima, la mia libertà, per loro. Io ero un’agente, una donna forte che veniva incaricata di salvare la gente, ma a causa di questi due uomini ero diventata debole. Non mi piaceva essere debole, mi faceva infuriare. Se avessi avuto carta bianca li avrei uccisi entrambi. Ma non ero lì per una questione di orgoglio, ero lì per liberare quelle donneMy Master's Nightmare e distruggere i due uomini che le vendevano come schiave sessuali.

Quegli uomini dovevano essere puniti.

E io li avrei puniti.

A qualsiasi costo.

Indipendentemente da quanto avrei perso.

Perché io sono Rita Kovak.

L’incubo dei miei padroni.

  1. Rapimento
  2. Scoperta
  3. Tradimento
  4. Poisoned
  5. Escape
  6. Consequences
  7. Connections
  8. Questions
  9. Crucified
  10. Stalked
  11. Consummation
  12. Confrontation
  13. Ransom
  14. Schiava
  15. Finale

Occhio e croce mi sembra che vengano pubblicati all’inizio di ogni mese.

Recensione

Marita Hansen - My Master's Nightmare

In questo articolo vi aggiornerò di volta in volta sugli episodi di questa serie che vi dico subito NON E’ ASSOLUTAMENTE ROMANTICA. Ricorda molto, sia come argomenti trattati che come divisione in episodi, Alla tua scoperta di Scarlett Edwards, e quindi preparatevi ad affrontare descrizioni di stupri, maltrattamenti, violenza fisica e psicologica. Detto questo, ho messo in evidenza la trama solo del primo capitolo, e le successive le metterò invece in fondo alla pagina per non fare spoiler eccessivi. La protagonista è Rita, agente FBI sotto copertura che accetta di farsi rapire e trasformare in una schiava sessuale per distruggere il giro di affari della mafia italiana che droga e rapisce donne da vendere al mercato. Rita ha però una motivazione personale oltre che lavorativa per arrivare a Frano, il Don in carica della mafia, e quella motivazione è l’assassinio a sangue freddo di suo marito, anche lui agente FBI. Il primo difetto che salta all’occhio è senza ombra di dubbio il prezzo elevato: 1,49€ per 15 libri viene più di 20€ e francamente mi sembra un po’ eccessivo. A parte questo, Rapimento, mi è piaciuto davvero molto e lo consiglio senza dubbio. Rita è una donna forte, motivata che rappresenta al meglio un agente infiltrato dell’FBI che accetta spontaneamente di rovinarsi la vita e di diventare il giocattolo sessuale di uomini senza scrupoli. I personaggi maschili sono per adesso poco descritti ad eccezione di Jagger che, nonostante l’aspetto da leader sicuro di sé, mostra in più occasioni un lato fragile e tormentato. Frano non si capisce ancora bene se sia il cattivo della situazione anche se è a capo di un’organizzazione senza alcuna dignità, mentre Alberto, il fratello di Frano, con pochissime battute fa capire chiaramente di essere un mostro. Non vi dico racconto altro per quanto riguarda la presentazione di questo romanzo e le recensioni dei prossimi episodi le troverete di volta in volta qua sotto.

VOTO: 10

SENSUALITA’: 10

Scoperta (My Masters’ Nightmare #2)

Padre Michael viene a cena. Sarà l’ultima per Jagger?
Il comportamento imprevedibile di Jagger preoccupa Frano, ma non quanto la minaccia che posa la famiglia Donatelli.
Vogliono Jagger e continueranno ad ostacolare gli affari dei D’Angelo finché non glielo consegneranno.
Quando Frano cede, accettando di dare dieci frustate a Jagger come punizione per aver mutilato Padre Michael, Alberto mostra la sua vera natura, portando ad una nuova era di schiavitù, cosa che Rita non aveva previsto.
La scoperta che Rita è un agente dell’FBI mette a rischio la sua vita, ma la sua somiglianza con il primo amore di Jagger potrebbe mandarla all’inferno.

Pensavo che l’autrice avrebbe mantenuto il filo dell’agente dell’FBI infiltrato, in realtà la copertura di Rita salta subito nei primi paragrafi e soprattutto si scopre che Frano sapeva perfettamente la professione di Rita e chi era suo marito Matt (agente dell’FBI infiltrato come addestratore di schiave e ucciso proprio da Franco). E qua il colpo di scena: forse suo marito è ancora vivo. Scorrevole e coinvolgente come il primo capitolo e stupita dalla nuova strada intrapresa all’interno della villa.

Tradimento (My Master’s Nightmare #3)

Frano viene messo a nudo, sia emotivamente che letteralmente, in questo seguito esplosivo del secondo episodio.

Questo terzo episodio segna la definitiva disfatta del mondo che Rita pensava di conoscere: suo marito Matt non è quello che ha sempre detto di essere, cominciamo ad intravedere una parte del passato di Rita che sembra essere davvero sconvolgente e Frano, che inizialmente era il nemico da distruggere, diventa invece qualcosa di diverso per Rita che prova per lui dei sentimenti che non si sa spiegare. Bello e intenso anche questo volume che mi ha tenuta incollata fino all’ultima pagine.

Annunci

2 pensieri su “Recensione My Masters’ Nightmare di Marita A. Hansen

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...