Recensione Mi avrai – Serie Le note della passione #3 di C.D. Reiss

Trama

Che non sarebbe stata una passione qualunque, o una cosa semplice, Jonathan e Monica l’hanno sempre saputo. Eppure, insieme, sono riusciti a combattere dimostrando agli altri e a se stessi che la loro storia è più forte di qualunque ostacolo. Purtroppo per loro, però, non è ancora tempo di abbassare la guardia e smettere di lottare. Perché la prova più difficile è ora all’orizzonte e si avvicina inesorabile: nel passato di Jonathan infatti ci sono segreti che scalpitano per venire alla luce e che non è più possibile nascondere. Segreti che, con la potenza devastante di un uragano, sarebbero in grado di travolgere e distruggere tutto. Per Monica è giunto davvero il momento di compiere una scelta. E anche se ha dato il suo corpo a Jonathan, non significa che all’improvviso sia diventata più arrendevole. O almeno è quello che lei si ostina a mostrare. In realtà le basta guardarlo in quei suoi occhi verdi per credergli. Nonostante i dubbi la tormentino. Nonostante la testa le suggerisca di non farlo. Perché lei lo ama, punto e basta. E il suo cuore non è più né saggio né prudente. Quando si tratta di Jonathan Drazen, Monica è solo un fascio di nervi scoperti e carichi di emozione, come se tutto questo l’avesse resa più sensibile, vulnerabile e stupida. Siamo alla sfida finale. Riuscirà il loro amore a sopravvivere alle loro scelte? Romanticismo, passione e colpi di scena.

  1. Mi vorrai (Serie Le note della passione #1)
  2. Mi cercherai (Serie Le note della passione #2)
  3. Mi avrai (Serie Le note della passione #3)

Recensione

C.D.Reiss - Mi avrai

Come sapete dalle mie precedenti recensioni, mi è piaciuta molto questa serie erotica, anche se nei primi due libri le dinamiche erano sempre le stesse rendendo il libro a tratti un po’ statico. Ecco, strano ma vero, con il terzo e ultimo capitolo la Reiss fa proprio il salto di qualità cambiando decisamente il registro e scrivendo un romanzo che mi ha commossa fino all’ultima pagina. Vediamo dove avevamo lasciato Jonathan e Monica: Jonathan è stato arrestato con l’accusa di violenza domestica ai danni di Jessica che ha fornito alla polizia le foto delle sferzate della cintola ricevute dal suo ex marito, nel frattempo Monica è alle prese con la firma del contratto con la Carnival Records. Il racconto riprende alcuni giorni dopo il rilascio di Jonathan e fondamentalmente fino a metà libro non succede granché: Jonathan e Monica non riescono a togliersi le mani di dosso, fanno tira e molla continuamente, bugie su bugie per coprire vari segreti e Jessica cerca di mettere in difficoltà il suo ex marito per assicurarsi l’utilizzo del fondo fiduciario. Fortunatamente, grazie all’intervento di Monica, Jonathan riuscirà ad entrare in possesso della registrazione completa del giorno in cui Jessica andò a casa di Drazen chiedendogli del sesso violento. E arrivati a questo punto sembra che all’orizzonte non ci siano più problemi se non fosse che dei problemi di salute trascurati da tanti anni, porteranno Jonathan sull’orlo del collasso, squassato da crisi e infarti continui dai quali sembra proprio che sia difficile uscirne. Ora che Monica ha finalmente trovato il suo equilibrio, la sua strada e la sua anima gemella non può sopportare che le venga portata via e soprattutto non può pensare di rimanere impotente di fronte a Jonathan che si sta spegnendo lentamente.Mi avrai - CD Reiss

Da metà romanzo tenete a portata di mano un bel pacchetto di fazzoletti, vi servirà! Ma partiamo dall’inizio: diciamo che dalle prime pagine credevo di aver già capito tutta la storia ed ero anche un po’ contrariata dal fatto che quasi tutti i capitoli fossero incentrati sul sesso, pratiche BDSM e dominazione in generale. Mai un discorso più lungo di tre frasi e mai una scena intera con tutti i vestiti addosso. Non ho apprezzato per niente l’utilizzo del sesso per non affrontare i problemi e il carattere così volubile di Monica che come vede Drazen si dimentica immediatamente dei suoi propositi. Ma proprio quando pensavo di dovermi leggere più di cento pagine di “inginocchiati”, “spogliati” e “godi”, fortunatamente il registro cambia drasticamente sconvolgendomi con la malattia di Jonathan. Sinceramente non me lo aspettavo proprio, è stato un bel colpo di scena. Da questo momento in poi i rapporti tra Monica e Jonathan sono ovviamente ridotti all’osso lasciando lo spazio all’analisi dei sentimenti, alla paura dell’ignoto e ai personaggi secondari che abbiamo conosciuto pochissimo nel corso dei primi libri: il vicino di casa di Monica, medico all’ospedale dove si trova ricoverato Jonathan, che la sosterrà e l’aiuterà ad affrontare alcune delle sue paure, e la famiglia di Drezen al completo, compreso il padre con cui Jonathan non parla da più di dieci anni e infine la madre di Monica. Ho apprezzato inoltre il personaggi di Monica, che già nei precedenti romanzi mi era piaciuto, e che nella seconda metà del romanzo tira fuori un carattere forte e deciso che la porterà a rischiare il tutto e per tutto per la persona che ama. Non vi anticipo nient’altro e buona lettura!

“Voglio che tu capisca una cosa. Quell’uomo non è l’ultimo ragazzo di una lunga serie. E’ il mio mondo. E’ il cielo sopra la mia testa. Senza di lui, sono persa. Non esiste nessun altro, nessuno la cui anima completi la mia nello stesso modo. L’ho aspettato per tutta la vita e, quando è arrivato, non l’ho riconosciuto. Non fino a poco tempo fa. Se lo perdo, giuro su Dio che non avrò altri uomini. Nessuno può reggere il confronto”

VOTO: 9

SENSUALITA’: 10

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...