Recensione Dreamless. Nell’aldilà ogni notte è per sempre – The Awakening Trilogy #2 di Josephine Angelini

Trama

Ritroviamo Helen, che nel frattempo è diventata la Discendente, la prescelta dagli dèi. Ogni notte si addormenta nel suo letto e raggiunge l’aldilà dove affronta prove indicibili per trovare le Furie, liberarle dalla loro ira e rompere così il ciclo di faide tra le Case. Ogni mattina si risveglia, stanchissima e provata, costretta a cominciare una nuova giornata di allenamenti. E’ sempre più spossata e sofferente oltre che sola, dato che Lucas ora la tiene lontana. Helen è triste e profondamente sfiduciata, quando durante una delle sue discese agli inferi si imbatte in Orione, un semi-dio bello come il sole, capace di far tremare la terra e il suo cuore. Di notte si incontrano nell’Ade e di giorno si scambiano messaggi al cellulare. Lucas impazzisce di gelosia e in lui si scatenano poteri sconosciuti: adesso è in grado di controllare totalmente la luce e di rendersi invisibile. Divisa fra l’attrazione per il nuovo pretendente e l’amore impossibile per il cugino, Helen si ritroverà a sfidare i suoi limiti per il bene dell’umanità intera.
  1. Starcrossed
  2. Dreamless
  3. Goddness

Recensione

Helen scopre di essere la Discendente, colei che può fisicamente scendere negli Inferi e quindi spezzare la maledizione delle Fiere. Ogni notte si cala in deserti, pantani, luoghi desolati e di disperazione dai quali ne esce sempre sconfitta, delusa e più stanca che mai. Oltre che fare i conti con questi viaggi spossanti, deve fare anche i conti con Lucas. Sono cugini, ma non riescono a stare lontani l’uno dall’altra, cosicché Lucas, spinto dal padre prende la decisione drastica di farsi odiare da Helen che la spingerà dritta dritta nelle braccia di Orion, un semidio inviato dalla madre Daphne per aiutarla negli Inferi. Helen è sempre più confusa; ama Lucas devono stare a distanza, prova qualcosa per Orion ma è come se tradisse Lucas e in tutto questo continua ad indebolirsi e diventare facile preda dei nemici che le danno la caccia.dreamless

Se possibile, mi è piaciuto anche più del primo. Helen si è liberata del tutto della sua timidezza iniziale e prende le sue decisioni con forza e convinzione. Il viaggio negli Inferi la logora e sembra entrare in un circolo vizioso da cui non riesce ad uscire e che serve solo a farla stancare e renderla vulnerabile. Ed ecco che entra in gioco Orion, bellissimo, forte e divertente che aiuterà Helen a trovare la strada verso le Furie. Non ci si può che innamorare subito di Orion, così come abbiamo fatto con Lucas nel primo libro ed è veramente difficile decidere quale sarebbe la coppia migliore. In questo secondo libro assistiamo inoltre alla trasformazione di Lucas che, a causa della gelosia per Orion e Helen, alimenta quell’ombra nera che porta dentro di sé mostrandoci un suo lato aggressivo che non ci saremmo aspettati. Bellissimo!

VOTO: 10

SENSUALITA’: 6

Annunci

Un pensiero su “Recensione Dreamless. Nell’aldilà ogni notte è per sempre – The Awakening Trilogy #2 di Josephine Angelini

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...