Recensione La vendetta veste Prada. Il ritorno del diavolo di Lauren Weisberger

Trama

Sono passati quasi dieci anni da quando Andrea Sachs, Andy, si è licenziata dal lavoro per cui “milioni di ragazze ucciderebbero” come assistente di Miranda Priestly, direttrice di “Runway” e guru della moda internazionale. La sua vita è molto cambiata negli ultimi anni e di quel terribile periodo non le restano che qualche incubo notturno e l’incontrollabile terrore di partecipare a serate mondane in cui potrebbe incontrare lei, il Diavolo in persona. Tutto il resto, però, va a gonfie vele: la rivista di successo che ha fondato con Emily, l’antica rivale ora migliore amica e socia, e il matrimonio imminente con uno degli scapoli più ambiti della Grande Mela, Max Harrison, affascinante, romantico e soprattutto orgoglioso di avere accanto una donna indipendente e di successo. Nulla sembra poter rovinare un momento così perfetto. Ma Andy ha l’assoluta certezza che qualcosa stia per accadere, perché nessuno prima di lei aveva osato sfidare Miranda. La vendetta non si farà attendere ancora per molto.

  1. Il diavolo veste Prada
  2. La vendetta veste Prada

Recensione

photovisi-download (2)

Andy si è finalmente realizzata. Non ha più notizie di Miranda, anche se spesso usa il suo nome per ottenere delle interviste per la rivista di matrimoni che ha fondato con Emily, si sta per sposare con il fantastico Max Harrison ed è felice. Tutto sta andando secondo i piani, ma non Andy non ha fatto i conti con Il Diavolo e con la sua capacità di ottenere tutto quello che vuole, anche dalle persone che le sono vicine e di cui pensava di potersi fidare ciecamente. Sarà quindi costretta a rimettere tutto in gioco. Tutta la sua vita, tutte le sue convinzioni. E come se non bastasse riappare il grande amore della sua vita Alex…

Sinceramente? Non mi ha convinta per niente. L’ho letto perché Il diavolo veste Prada mi è piaciuto tantissimo, ma sapevo già non sarebbe stato all’altezza. Andy è diventata una persona completamente diversa dal primo libro: meno spontanea, calcolatrice e molto insicura di sé. Le scelte che fa durante il romanzo rimandano tutte ad una donna adulta che nasconde i problemi senza affrontarli veramente. Anche il modo di scrivere mi sembra meno leggero rispetto al primo e ho fatto un po’ fatica a finirlo. Insomma, non lo consiglio.

VOTO: 5

SENSUALITA’: 5

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...